Talk con il nostro CEO

Markus Kilb racconta gli ultimi sviluppi commerciali di TWINT.

 

Da circa due mesi viviamo in un mondo completamente nuovo. Noi di TWINT abbiamo dovuto mandare a casa tutti i nostri collaboratori; tutti lavorano dal loro home office. E lo fanno benissimo. Penso che questo sia giusto e importante, perché TWINT vuole ovviamente dare il suo contributo per far sì che la Svizzera superi l’attuale momento di crisi mettendo a disposizione di tutti un metodo di pagamento igienico, pulito, sicuro.

La clientela dimostra di apprezzare i nostri sforzi: attualmente abbiamo raddoppiato l’afflusso giornaliero di nuovi clienti. Circa 7000 al giorno rispetto al periodo pre-crisi. Allo steso modo è aumentato notevolmente anche il numero di rivenditori. In particolare i piccoli esercenti si stanno registrando in massa.

Per quanto riguarda i nuovi clienti, ci riempie di soddisfazione il fatto che siano soprattutto i più anziani a scoprire sempre più chiaramente i vantaggi di TWINT. Registriamo tassi di crescita doppi tra gli over 60 rispetto alle altre fasce d’età; i clienti sono ormai due milioni e mezzo. Siamo certi di poter superare largamente la soglia dei tre milioni di clienti entro la fine dell’anno.

E lo stesso vale per i rivenditori. Stiamo registrando centinaia di nuove adesioni ogni giorno. E il trend continua, con una particolarità: non si tratta solo di grandi rivenditori, ma di molti, moltissimi piccoli esercenti. Il negozio all’angolo, molti spacci agricoli: sono in tanti a registrarsi per offrire alla propria clientela un’opzione di pagamento rapida, sicura, comoda e igienica. E il tutto funziona a meraviglia. Siamo molto contenti di poter offrire il nostro contributo.

In generale constatiamo che la scorsa settimana le nostre transazioni hanno superato del 75% il numero di transazioni del periodo pre-crisi. Anche questo dato ci indica che siamo sulla strada giusta. Per noi è importante: vogliamo essere un metodo di pagamento per tutti gli svizzeri.

Proseguiremo su questa strada, continueremo a sfruttare anche questa possibilità. Continueremo anche a informarvi sulle novità e gli adeguamenti in cantiere, oltre che su tutte le nostre soluzioni già presenti sul mercato.

Intanto vi faccio i miei migliori auguri. State bene e a presto.

Indietro

Tornare su