TWINT sarà il portamonete digitale della Svizzera

Da ottobre 2016 la joint venture delle maggiori banche svizzere e il fornitore di servizi finanziari SIX stanno lavorando alla fusione dei due sistemi preesistenti di TWINT e Paymit. «Abbiamo potuto dare il via all’azienda comune solo dopo l’autorizzazione della WEKO. Da allora ci stiamo adoperando intensamente per unire i due sistemi TWINT e Paymit. Si tratta di una sfida unica nel suo genere in Svizzera», afferma il CEO di TWINT Thierry Kneissler.

Ciò ha scatenato l’interesse delle banche e del commercio verso TWINT: «Abbiamo previsto l’integrazione di 5–10 banche – adesso oltre 30 banche vogliono partecipare al sistema oltre che numerosi noti rivenditori.» Pertanto aumenta il lavoro per l’integrazione.

Concretamente Thierry Kneissler ritiene di iniziare in aprile – quindi dopo soli sei mesi dall’inizio dello sviluppo – con un lancio a tappe. Prima di tutto sul mercato saranno presenti UBS TWINT, ZKB TWINT e l’App TWINT indipendente dalla banca.

Michael Auer, responsabile reparto Clientela privata e investimenti di Raiffeisen Svizzera e membro del Consiglio di amministrazione di TWINT SA, sottolinea: «Creare un progetto di questo tipo con partner così numerosi e ambiziosi in questo periodo è una cosa straordinaria. TWINT vuole diventare il portamonete digitale della Svizzera per eccellenza – e noi come titolari crediamo di riuscire nel nostro intento.»

Già oggi TWINT è la principale soluzione di Mobile Payment della Svizzera. E affinché rimanga così, la nuova soluzione da aprile si baserà sui seguenti pilastri:

  • TWINT può essere collegata direttamente al conto bancario. È un fatto unico – e un vero vantaggio. Come modalità di pagamento potranno inoltre essere abbinate le carte di credito.
  • Inoltre, TWINT si pone l’obiettivo di consentire ai clienti di poter pagare semplicemente senza contanti in ogni situazione. E ciò anche laddove ancora oggi è necessario il contante, ad esempio tra privati.
  • Il sistema è disponibile per tutti: indipendentemente da quale banca abbia il cliente o da quale sistema operativo usi il suo smartphone (iOS o Android).
  • In particolare TWINT punta sui cosiddetti plusvalori: nell’App TWINT è possibile emettere degli sconti in modalità digitale ed effettuare il conteggio automatico al momento del pagamento. È inoltre possibile abbinare anche le carte fedeltà e le carte clienti.

Anche l’acquisizione dei rivenditori procede a pieno ritmo: oltre ai rivenditori top come il Gruppo Coop, lo shop online digitec.ch e galaxus.ch e Selecta, che già offrono TWINT, ora anche i dettaglianti Migros, Denner, Volg/Landi e Lidl sono nella fase di implementazione e prevedono l’attivazione nel 2017. Dell’acquisizione di rivenditori nel 2017 saranno responsabili la cotitolare SIX e la Aduno SA. Sono in fase avanzata buoni colloqui con Concardis.

«Con questa rete costituita dai rivenditori, dalle banche e dagli acquirer più potenti possediamo le migliori condizioni per raggiungere il nostro obiettivo», Thierry Kneissler ne è convinto. «Simbolo di tutto questo è anche il nuovo logo, che deve essere determinato, conciso e simpatico. Attendo con gioia il nuovo anno, quando il nuovo logo sarà visibile ovunque e potremo partire davvero», dice Thierry Kneissler.

Ulteriori informazioni e immagini: www.paymit-twint.ch

Contatto Svizzera tedesca

Sarah Pally
Senior Media Relations & Communications Manager
Konsumstrasse 20
3007 Bern
+41 76 584 33 71
media.relations@twint.ch

Contatto Svizzera occidentale

Marie-Hélène Hancock
Hirzel.Neef.Schmid.Konsulenten AG
Rue de Malatrex 50
Postfach
1211 Genève
+41 79 204 21 22
marie-helene.hancock@konsulenten.ch

Indietro

Tornare su