«I nostri clienti devono potere comprare i biglietti sempre, ovunque e in tutta semplicità».

Da aprile 2019 si può pagare con TWINT nell'App FFS, su FFS.ch e alle biglietterie automatiche. Alberto Bottini, Responsabile Vendite, Servizi e Commercializzazione di FFS Viaggiatori, intervistato sul tema.

Signor Bottini, oggi, come acquistano e come pagano i biglietti i clienti delle FFS? Cos’è cambiato negli ultimi cinque o dieci anni?
Negli ultimi anni si è registrata una tendenza evidente verso il self service. Si è iniziato con le biglietterie automatiche, per passare gradualmente all’acquisto di biglietti online. Come in tanti altri campi della nostra vita quotidiana, lo smartphone riveste naturalmente un ruolo sempre più rilevante anche per l’acquisto di biglietti del treno. Oggi solo un biglietto su dieci viene venduto allo sportello. Ormai i nostri clienti si recano in biglietteria soprattutto per chiedere informazioni.

Con «EasyRide» lo scorso autunno abbiamo lanciato un test di mercato nazionale sul ticketing automatico. Il passeggero effettua il check-in con lo smartphone al momento di salire sul treno e un check-out al momento di scendere a destinazione. A quel punto, i costi del viaggio vengono calcolati in base ai dati del GPS e  addebitati al cliente tramite il metodo di pagamento impostato nell’App FFS Preview.

Cosa conta per i clienti delle FFS al momento del pagamento?
Soprattutto la semplicità del processo d’acquisto e di pagamento. I nostri clienti hanno esigenze molto disparate, che noi cerchiamo di soddisfare con diverse modalità di pagamento. Grazie a TWINT ora siamo in grado di offrire anche il richiestissimo Mobile Payment in collaborazione con un partner svizzero.

Da aprile 2019 è possibile pagare con TWINT nell’App FFS, su FFS.ch e alle biglietterie automatiche. Quali sono i vantaggi per i clienti FFS?
I nostri clienti devono poter acquistare i loro biglietti e abbonamenti sempre, ovunque e in tutta semplicità. Ma ad approfittare di TWINT sono anche i clienti sprovvisti di carta di credito che non vogliono perdersi i vantaggi del pagamento digitale.

Come acquisteremo i biglietti del treno in Svizzera tra dieci anni?
L’atto stesso di pagare si svolgerà sempre più in secondo piano, e per la nostra clientela procurarsi i biglietti sarà sempre più semplice, comodo e pratico. Proprio nei canali digitali è di cruciale importanza strutturare le procedure di pagamento in maniera più fluida possibile e tuttavia trasparente. Per questo puntiamo a svilupparle ulteriormente d’intesa con i nostri partner nel traffico dei pagamenti.

Lei utilizza TWINT? Se sì, per cosa?
Sì, per fare la spesa, soprattutto alla Coop e alla Migros, oltre che per gli acquisti online da Digitec.

Indietro

Tornare su